ZONA VII – Sesto S.Giovanni

Home/ZONA VII – Sesto S.Giovanni
ZONA VII – Sesto S.Giovanni2019-09-25T10:33:00+02:00

Mons. Franco Cecchin

Giugno 25th, 2019|Categorie: Bacheca, Convegni, Formazione, Pellegrinaggi, Riflessioni e Spiritualità, Soggiorni, Viaggi, Zona I, Zona II, Zona III, Zona IV, Zona V, Zona VI, Zona VII|

La terza e quarta età sono fasi dell’esistenza non di dimissioni o di pensionamento, ma di autenticità. È da una carica interiore di noi anziani che vediamo e viviamo [...]

Per contatti con il Responsabile di Zona: respons7@mtemilano.it

Diocesi di Milano, struttura e organismi

L’Arcidiocesi di Milano per storia, estensione e struttura ecclesiale è tra le più importanti del mondo ed è la prima diocesi in Europa per numero di cattolici. Conta circa 2000 preti diocesani, circa 800 religiosi, più di 6.000 religiose. Il Seminario Arcivescovile per la formazione dei sacerdoti è a Venegono Inferiore (Va). La diocesi è detta “ambrosiana” dal nome del suo patrono Sant’Ambrogio (340-397). Si estende su un territorio di 4.234 kmq e comprende le province di Milano, Varese e Lecco, Monza-Brianza, parte di quella di Como e alcuni comuni delle province di Bergamo e Pavia. Ha una popolazione di oltre i 5,4 milioni di abitanti. È composta da 1107 parrocchie, distribuite in 73 decanati, organizzati in 7 Zone pastorali:

Zona I = Milano / Zona II = Varese / Zona III = Lecco / Zona IV = Rho / Zona V = Monza / Zona VI = Melegnano / Zona VII = S.S. Giovanni

UNA VIGNA

O Signore, da 74 anni tu curi questa vigna:
la scalzi, la rincalzi, la poti, le dai acqua,
la ingrassi, la tagli.
Grazie.
Quella che mi hai dato è merito soltanto del tuo sudore
e del tuo Sangue.

Ora è vecchia, distorta, avvizzita.
Ma nei pochi mesi o settimane o giorni che ancora vorrai concederle non stancarti – Signore – di averne cura; così che prima di diventare legna, soltanto legna, ancora un acino tu possa gustare da lei: dolce, gustoso, saporito. Un altro, ultimo frutto
del tuo lavoro e del tuo Sangue.
Accogli il desiderio estremo della tua vecchia vigna: morire con la tua Grazia e nel tuo Amore.

Da uno scritto di un mistico del ‘900.

L’IMPEGNO

Il testo ci richiama la vita in comunione con Cristo da cui tutto ciò che possiamo fare, in ogni giorno della nostra vita, prende ed ha significato.
È un’immagine di fecondità in cui non solo l’acino d’uva ma la stessa legna torna utile, ed è un’immagine, quella della vigna, che richiama l’opera di chi coltiva e sappiamo che quest’opera non è solo nostra ma che ha valore l’impegno che ci mettiamo.