MOVIMENTO TERZA ETÀ Milano2022-04-25T21:31:10+02:00

“Lo Spirito Santo ancora oggi suscita negli anziani pensieri e parole di saggezza:
la loro voce è preziosa perché canta le lodi di Dio e custodisce le radici dei popoli.
Essi ci ricordano che la vecchiaia è un dono e che i nonni sono l’anello di congiunzione tra le diverse generazioni,
per trasmettere ai giovani l’esperienza di vita e di fede”.
(Papa Francesco
– Istituzione della Giornata mondiale dei nonni e degli anziani)

“…vi rivelo che uno dei miei desideri di questo 2022 è di farvi compagnia con alcuni pensieri che pubblicherò regolarmente ogni giovedì del mese, a cominciare dalla solenne festa dell’Epifania 2022 in cui “è apparsa la grazia di Dio” (cf Tt 2, 11).

Il tempo è il prezioso “metro di misura” che scandisce il percorso della vita e dato che vorrei non passasse mai invano, né per me né per tutte le persone che potranno leggere questi miei pensieri, vorrei arricchirlo di una sorta di indagine sul senso della vita credente, un ventaglio di suggerimenti e di orientamenti sulla Mistica Cristiana, frutto di una personale ed intima riflessione che mi ha pervaso l’animo e che ho trasformato in un libro dal titolo “Un cammino verso la mistica cristiana”, pubblicato per Edizioni Ancora…”

Quanti desiderano pubblicare articoli e/o altro materiale divulgativo dell’attività del proprio Gruppo su questo sito,
possono inviare gli elaborati alla Redazione (Carlo) al seguente indirizzo mail: redazione@mtemilano.it

UNA VIGNA

O Signore, da 74 anni tu curi questa vigna:
la scalzi, la rincalzi, la poti, le dai acqua,
la ingrassi, la tagli.
Grazie.
Quella che mi hai dato è merito soltanto del tuo sudore
e del tuo Sangue.

Ora è vecchia, distorta, avvizzita.
Ma nei pochi mesi o settimane o giorni che ancora vorrai concederle non stancarti – Signore – di averne cura; così che prima di diventare legna, soltanto legna, ancora un acino tu possa gustare da lei: dolce, gustoso, saporito. Un altro, ultimo frutto
del tuo lavoro e del tuo Sangue.
Accogli il desiderio estremo della tua vecchia vigna: morire con la tua Grazia e nel tuo Amore.

Da uno scritto di un mistico del ‘900.

L’IMPEGNO

Il testo ci richiama la vita in comunione con Cristo da cui tutto ciò che possiamo fare, in ogni giorno della nostra vita, prende ed ha significato.
È un’immagine di fecondità in cui non solo l’acino d’uva ma la stessa legna torna utile, ed è un’immagine, quella della vigna, che richiama l’opera di chi coltiva e sappiamo che quest’opera non è solo nostra ma che ha valore l’impegno che ci mettiamo.

Torna in cima